Club Alpino Italiano
Sezione di Pontedera


 

 

REGOLAMENTO E CLASSIFICAZIONE DELLE ESCURSIONI

La partecipazione alle uscite escursionistiche, ove non diversamente indicato, è aperta a tutti e presuppone l’accettazione del presente regolamento.
Le indicazioni relative alla durata delle escursioni sono calcolate in base ai tempi di percorrenza di un escursionista medio e si riferiscono alle ore di effettivo cammino.
I trasferimenti delle escursioni, di cui non è stato specificato nel programma il mezzo di trasporto, saranno effettuati con i mezzi dei partecipanti.
Il Consiglio della Sezione, d’intesa con i Direttori di escursione, si riserva la facoltà di variare i programmi, sostituendo o sopprimendo gli itinerari e modificando, se ritenuto opportuno, le modalità per i trasferimenti.
I programmi di ogni escursione, le modalità di partecipazione e gli orari saranno comunicati di volta in volta tramite i quadri sociali e il sito web della Sezione: www.caipontedera.it.
I Direttori di escursione indicati nel programma potranno essere contattati nei giorni precedenti l’escursione tramite telefono oppure il Venerdì precedente all’escursione presso la Sede.
L’adesione all’escursione implica da parte dei partecipanti la piena osservanza delle disposizioni che i Direttori di escursione riterranno opportuno adottare.
I partecipanti devono essere fisicamente preparati e muniti di abbigliamento ed attrezzatura adeguati; devono seguire gli itinerari prestabiliti, non allontanandosi dal gruppo, salvo autorizzazione dei Direttori di escursione.
È facoltà dei Direttori di escursione escludere dalla partecipazione coloro che siano ritenuti non idonei o insufficientemente equipaggiati.
I Direttori di escursione e la Sezione di Pontedera declinano qualsiasi responsabilità per incidenti ed infortuni che dovessero accadere nello svolgimento delle attività per comportamenti dei partecipanti non conformi alle disposizioni dei Direttori d’escursione.
Per le escursioni che vengono effettuate con i mezzi dei partecipanti, la responsabilità del CAI decorre dal momento dell’inizio effettivo dell’escursione e non comprende il trasferimento in auto.


ASSICURAZIONE

In tutte le attività svolte e/o organizzate dagli organi istituzionali del CAI sono attivate per i soci, direttamente e gratuitamente, le seguenti polizze:

Responsabilità civile (anche per i non soci)
Copre la responsabilità civile, ai sensi di legge, a titolo di risarcimento per danni involontariamente causati a terzi.

Soccorso
Copre le spese di soccorso.

Infortuni
Copre gli eventuali infortuni.

Per i non soci le polizze “soccorso e infortuni” devono essere obbligatoriamente attivate presso la Sezione con preavviso di almeno due giorni rispetto all'attività programmata.

Le condizioni generali e particolari in essere, relative a coperture assicurative e rispettivi massimali, sono quelle riportate nei contratti giacenti presso la Sede Legale del CAI.

 

Scala delle DIFFICOLTÀ ESCURSIONISTICHE

T - Turistico
Itinerario su stradine, mulattiere e comodi sentieri, con percorsi ben evidenti e che non pongono incertezze o problemi di orientamento. Non si richiedono particolari conoscenze dell’ambiente montano ma solo un po’ di preparazione fisica alla camminata.

E - Escursionistico
Itinerario che si svolge quasi sempre su sentieri oppure su terreno vario (pascoli, detriti, pietraie) con segnalazioni. Si sviluppa, a volte, su terreni aperti ma non difficoltosi, sempre con segnalazioni adeguate. Può svolgersi su pendii ripidi. Richiede un certo senso dell’orientamento, come pure una certa esperienza e conoscenza del territorio montano, allenamento alla camminata, oltre a calzature ed equipaggiamento adeguati.

EE - Escursionisti Esperti
Itinerario che richiede la capacità di muoversi su terreni particolari, tracce o sentieri impervi o infidi (pendii ripidi di erba con affioramenti rocciosi o detritici), talora esposti o attrezzati. Eventuale presenza di tratti rocciosi con lievi difficoltà alpinistiche. Sono necessari: esperienza di montagna, passo sicuro, assenza di vertigini, equipaggiamento adeguato e buona preparazione fisica.

EEA - Escursionisti Esperti con Attrezzatura
Itinerario per escursionisti esperti (EE) che richiede l’utilizzo, e quindi la conoscenza dell’uso, dei dispositivi di autoassicurazione.

EAI - Escursionismo in Ambiente Innevato
Itinerario in ambiente innevato che richiede l’utilizzo delle racchette da neve (ciaspole), con percorsi evidenti e non impervi che garantiscono sicurezza di percorribilità.

 

Altre classificazioni indicate nel Programma
AI - Alpinistica Invernale
AL - Alpinistica
MTB - cicloescursionismo in Mountain Bike

 

INFORMAZIONI UTILI

Segnali internazionali di soccorso alpino
Chiamata: lanciare sei volte nel corso di un minuto un segnale acustico o ottico; ripetere gli stessi segnali dopo un minuto.
Risposta: lanciare tre volte nel corso di un minuto un segnale acustico o ottico; ripetere gli stessi segnali dopo un minuto.

Soccorso alpino e speleologico
Le operazioni di soccorso alpino sul territorio, con particolare riferimento all’uso dell’elicottero, sono coordinate dagli operatori del 118. A questo numero fanno riferimento anche i volontari del Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico. Quindi chi si trovasse in seria difficoltà chiami il 118. In alternativa è possibile chiamare anche il numero unico d’emergenza per l’Unione Europea, il 112.

Stime di percorrenza per un escursionista medio
Per misurare il tempo in ore di marcia occorre dividere la distanza lineare in km per 3.5 (km percorribili in montagna in un’ora) e sommarla al dislivello altimetrico (salita+discesa in metri) diviso per 300 (metri di dislivello percorribili in un’ora in salita o in discesa).